“Abbraccialo per me” al cinema: un sorriso e un grido per i disabili intellettivi

abbraccialo-per-me-v4-33865-320x400

«…Racconto la storia di un ragazzo bipolare che vede, crescendo, aggravarsi i sintomi e l’esclusione sociale. Al centro c’è il suo rapporto con la madre, Caterina, esclusivo, onnivoro, che porterà alla disgregazione di un’intera famiglia. La mamma, come spesso accade, non ammette fino in fondo la malattia del figlio. Per questo servono “strutture intermedie”, comunità che aiutino a volar via dal nido, cercando un inserimento protetto nella società e permettendo il confronto con altri affetti dagli stessi disturbi…»

L’articolo integrale – http://diariodiadamo.vanityfair.it/2016/04/22/abbraccialo-per-me-al-cinema-un-sorriso-e-un-grido-per-i-disabili-intellettivi/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>