Corso di formazione gratuito: Relazioni di aiuto – L’ARTE di ASCOLTARE e di FARSI ASCOLTARE

Corso di formazione, gratuito e aperto a tutti, con la psicologa e psicoterapeuta, Dottoressa Marta Bianchi

“Relazioni di aiuto”

“l’ARTE di ASCOLTARE e di FARSI ASCOLTARE”

A.I.T.Sa.M. ha organizzato il “corso formazione”, in tre moduli, con l’obiettivo di:

- migliorare le relazioni imparando a farsi aiutare e ad aiutare gli altri per far fronte alle difficoltà della vita e alla sofferenza;

- formarsi ai temi dell’ascolto attivo nei rapporti interpersonali e nei gruppi, per una gestione creativa dei conflitti.

Premesso che il Modulo A terminerà con l’incontro di lunedì 3 luglio, si informa che sono aperte le iscrizioni per i Moduli B e C che si svolgeranno entrambi in cinque incontri, di due ore ciascuno, presso la Sala Barbarani in via G. Bertoni,4 – VR dalle ore 18,00 alle ore 20,00.

Date incontri Modulo B: lunedì 11/9-18/9-25/9 – 9/10-16/10 n.15 posti (iscrizioni fino ad esaurimento posti)

Il modulo B è pensato per tutti coloro che vogliono creare o condurre gruppi di Auto Mutuo Aiuto.

La finalità è di formare figure capaci di mediare e di facilitare la partecipazione al gruppo. Si insegna ad approfondire la conoscenza delle persone, a migliorare la sensibilità e a sviluppare gli atteggiamenti utili per fare il “facilitatore” di un gruppo.

La formazione viene svolta attraverso giochi psicologici, simulazioni, lavoro di gruppo, supervisione su alcuni casi e alcune situazioni.

Date incontri Modulo C: lunedì 6/11-13/11-20/11 – 4/12-11/12 n.20 posti (iscrizioni fino ad esaurimento posti)

Il modulo C è rivolto a tutti coloro che sono interessati a migliorare la relazione di aiuto con una persona, parlando con lei e ascoltandola.

La finalità di questo modulo è di predisporre un modello di riferimento da applicare quando si vuole stabilire una relazione di aiuto con altre persone (nell’Associazione, nella vita quotidiana, in famiglia, ecc.).

In questo modulo si insegna a sviluppare una maggiore conoscenza di sé per comprendere meglio le proprie disposizioni alla relazione. La formazione viene svolta attraverso giochi psicologici, simulazioni, lavoro di gruppo, supervisione su alcuni casi e alcune situazioni.

Per iscrizioni: aitsam.verona@tiscali.it

La Presidente

Alda Perosin

Corsi di formazione gratuiti: Relazioni di aiuto – L’ARTE di ASCOLTARE e di FARSI ASCOLTARE

A.I.T.Sa.M. (Associazione Italiana per la Tutela della Salute Mentale) organizza 3 brevi corsi di formazione, aperti a tutti, con la psicologa, dottoressa Marta Bianchi.

Gli obiettivi sono:
- migliorare le relazioni imparando a farsi aiutare e ad aiutare gli altri per far fronte alle difficoltà della vita e alla sofferenza;
- formarsi ai temi dell’ascolto attivo nei rapporti interpersonali e nei gruppi, per una gestione creativa dei conflitti.

Modulo A

E’ pensato per tutti quelli che sono interessati alla vita dei gruppi di Auto Mutuo Aiuto e vogliono parteciparvi nel modo migliore.
La finalità è promuovere una maggiore consapevolezza dei propri sentimenti e atteggiamenti nella relazione con gli altri.
Si insegna a valorizzare le proprie disposizioni e a comprendere quelle altrui.
La formazione si realizza attraverso un lavoro di gruppo in cui si facilita la comunicazione e si approfondisce la conoscenza reciproca, per creare un gruppo ben integrato.
Il modulo A si svolge in 5 incontri di due ore ciascuno. Gli incontri si terranno nei giorni 8 e 22 maggio, 5 e 19 giugno, 3 luglio 2017 dalle ore 18,00 alle ore 20,00.

Modulo B

E’ pensato per tutti coloro che vogliono creare o condurre gruppi di Auto Mutuo Aiuto.
La finalità è di formare figure capaci di mediare e di facilitare la partecipazione al gruppo. Si insegna ad approfondire la conoscenza delle persone, a migliorare la sensibilità e a sviluppare gli atteggiamenti utili per fare il “facilitatore” di un gruppo.
La formazione viene svolta attraverso giochi psicologici, simulazioni, lavoro di gruppo, supervisione su alcuni casi e alcune situazioni.
Il modulo B, che segue il modulo A, si svolge in 5 incontri di due ore ciascuno. Il calendario sarà concordato coi partecipanti.

Modulo C

E’ rivolto a tutti coloro che sono interessati a migliorare la relazione di aiuto con una persona, parlando con lei e ascoltandola.
La finalità di questo modulo è di predisporre un modello di riferimento da applicare quando si vuole stabilire una relazione di aiuto con altre persone (nell’Associazione, nella vita quotidiana, in famiglia, ecc.).
In questo modulo si insegna a sviluppare una maggiore conoscenza di sé per comprendere meglio le proprie disposizioni alla relazione.
La formazione viene svolta attraverso giochi psicologici, simulazioni, lavoro di gruppo, supervisione su alcuni casi e alcune situazioni.
Il modulo C, che segue il modulo B, si svolge in 5 incontri di due ore ciascuno. Il calendario sarà concordato coi partecipanti.

DETTAGLI SEDE E ISCRIZIONI

Gli incontri si svolgono presso la sede di A.I.T.Sa.M. (Via Bertoni 6, Verona).
La partecipazione è gratuita.
E’ possibile iscriversi a tutti i moduli. Per ogni modulo sono ammessi da un minimo di 6 a un massimo di 15 partecipanti.
Per iscriversi è necessario comunicare ad A.I.T.Sa.M., per telefono 3481083917 o all’indirizzo mail aitsam.verona@tiscali.it il proprio nome, indicando a quale/i modulo/i si intende partecipare. Le iscrizioni al primo modulo (A) che inizierà lunedì 8/5 devono giungere entro il mese di aprile 2017, salvo esaurimento posti.

Visualizza la locandina in formato PDF dei Corsi di formazione A.I.T.Sa.M. cliccando qui.

 

Performance teatrale Venerdì 7 ottobre 2016 ore 20:30

Nell’ambito della settimana per la promozione della Salute Mentale, A.I.T.Sa.M – Associazione Italiana Tutela Salute Mentale é lieta di invitarVi alla perfomance teatrale

“Ho bisogno di diventare chi sono già”

Serata di partecipazione collettiva con il metodo del teatro dell’oppresso

venerdì 7 ottobre ore 20.30

Fonderia Aperta Teatro ● via del Pontiere 40/a Verona

L’ingresso è gratuito e i posti limitati. Continua a leggere

Incontri A.I.T.Sa.M. venerdì 3 giugno

unnamed

Siete tutti  invitati   VENERDI’ 3  Giugno  presso la Sala Barbarani in via Bertoni, 4 – Verona (accanto alla sede AITSAM) ad un incontro con il seguente programma:

ore 15,00  GRUPPO  A.M.A – AutoMutuoAiuto

ore 16,30  PRESENTAZIONE, a cura del Prof. G.Romagnani  e dell’attore  Walter Peraro,  del libro di Thomas Ubaldini “L’URLO e la LUCE DENTRO”  e del documentario intervista, “Storie di… Io”, a cura del regista Paolo Scolari. Continua a leggere

Michela e Maurizio sposi per vincere il disagio mentale

sposi

ARZIGNANO. Una storia di straordinaria normalità al centro Arcobaleno

C’erano il sole, i fiori. Il municipio di Arzignano pieno e il vicesindaco commosso a celebrare le nozze. Gli applausi e il coro di rito “Bacio, bacio”. La torta da tagliare. I parenti emozionati e gli amici, tanti. Soprattutto quelli del centro Arcobaleno di Arzignano, che da vent’anni opera come struttura di riabilitazione del dipartimento di psichiatria dell’Ulss 5 Ovest Vicentino. Continua a leggere

“Abbraccialo per me” al cinema: un sorriso e un grido per i disabili intellettivi

abbraccialo-per-me-v4-33865-320x400

«…Racconto la storia di un ragazzo bipolare che vede, crescendo, aggravarsi i sintomi e l’esclusione sociale. Al centro c’è il suo rapporto con la madre, Caterina, esclusivo, onnivoro, che porterà alla disgregazione di un’intera famiglia. La mamma, come spesso accade, non ammette fino in fondo la malattia del figlio. Per questo servono “strutture intermedie”, comunità che aiutino a volar via dal nido, cercando un inserimento protetto nella società e permettendo il confronto con altri affetti dagli stessi disturbi…»

L’articolo integrale – http://diariodiadamo.vanityfair.it/2016/04/22/abbraccialo-per-me-al-cinema-un-sorriso-e-un-grido-per-i-disabili-intellettivi/

07/04/2016 Presentazione del libro “L’URLO E LA LUCE DENTRO” di THOMAS UBALDINI e del documentario “Storie di… Io” a cura di Paolo Scolari

Presentazione del libro “L’URLO E LA LUCE DENTRO” di THOMAS UBALDINI

presso la libreria “LIBRE” in VIA SCRIMIARI 51/B – 37129 VERONA – TEL: 0458033983

Thomas Ubaldini (Verona, 1981-2015) scrittore, poeta, studioso di esoterismo, attivista gay, non c’è più: si è tolto la vita nell’agosto del 2015, Poche settimane dopo aver concluso la stesura del suo ultimo libro, L’urlo e la Luce dentro – un drammatico dialogo sulla condizione di paziente psichiatrico – che ora esce per iniziativa dei suoi amici, corredato da un documentario intervista, Storie di… Io, a cura del regista Paolo Scolari.

Martedì 26/04/2016 Presentazione A.I.T.Sa.M. presso la Comunità Giubileo 2000

Martedì 26 Aprile 2016 alle ore 15:00, presso la comunità Giubileo 2000 di Palazzolo di Sona (VR), si terrà un incontro per presentare l’Associazione A.I.T.Sa.M. agli utenti, ai familiari, alle altre associazioni e non solo…
Vi aspettiamo!

Dona il 5 per mille

L’Associazione svolge molteplici attività a sostegno delle persone con problemi di salute mentale e delle loro famiglie.
Vi invitiamo a sostenerci indicando sulla dichiarazione dei redditi (Cud, 730, mod.Unico):
A.I.T.Sa.M. ONLUS
codice fiscale 93034540232

*******
Per donazioni fiscalmente detraibili:
IBAN IT 90 I 05034 11727 000000044495

Presentazione del libro di Thomas Ubaldini “Trilogia dell’Adulto Fanciullo Cronache di un auto recupero di Sé“

Nell’ambito dei progetti volti a creare un contesto nel quale possa esprimersi la cittadinanza di ciascuna persona, presso la sede di A.I.T.Sa.M. Verona si è tenuta la presentazione del libro di Thomas Ubaldini:
“Trilogia dell’Adulto Fanciullo
Cronache di un auto recupero di Sé“

Il testo dell’opera, corredato da una presentazione del prof. Gian Paolo Romagnani dell’Università di Verona, propone tre registri di scrittura: un racconto di genere fantasy, una raccolta di liriche ed una cantica finale.
Il filo conduttore dei tre libri è lo spirito dell’AdultoFanciullo, ossia l’adulto consapevole del male del mondo, ma anche capace di stupirsi e di sognare, capace di mantenere viva la sua fiducia primordiale, la propria creatività, anche come antidoti all’omologazione e alla perdita del sé.
L’iniziativa ha avuto scopo di far conoscere il prodotto di un lavoro/percorso e di dimostrare che, accanto a ciò che manca o soffre in ognuno di noi, c’è sempre una parte vitale e capace.
La cura, la prevenzione e il sostegno al disagio passano anche dal puntare il dito sulle abilità, per permettere che queste crescano e possano esprimersi.